21 agosto 2013

Conoscete la Scherpada ?


LA SCHERPADA
Per sei persone
Ricetta della Tradizione, originaria di : Ponzano (SP)
Ricetta Vegetariana
Ingredienti per la sfoglia :
750 gr. di farina 0
sale q.b.
Ingredienti per il ripieno:
1,5 kg totale di bietole e
erbe coltivate e/o spontanee dei campi per ripieno
500 gr. di zucca gialla
200 gr. di mollica di pane
3 piccoli porri  
100 gr. di pecorino grattugiato
100 gr. di formaggio vaccino stagionato grattugiato
1 bicchiere d’olio extravergine di oliva ligure
Utensili di preparazione e presentazione
la spianatoia
una pentola
un coltello
il tagliere
un tegame
un cucchiaio di legno
la mezzaluna
una terrina
il matterello
testi in terracotta diametro 20 cm.

La Scherpada di Ponzano (SP)

Procedimento per la preparazione
Sulla spianatoia preparare una sfoglia morbida e consistente,
 impastando acqua e farina con 2 cucchiaini di sale e metterla a riposare coperta al fresco.
  Lavare e bollire le bietole con la zucca tagliata a pezzi. 
Colare, far raffreddare, strizzarle e tritarle molto fini con la mezzaluna. 
Aggiungere nella terrina, alle verdure, la mollica di pane (bagnata e strizzata). 
In una padella soffriggere con l’olio evo,  i porri puliti e tagliati finemente, 
appena colorati aggiungerli alle verdure con la mollica, insieme ai formaggi grattugiati e sale q.b. Impastare il tutto con le mani fino ad ottenere un composto compatto. 
Stendere la sfoglia con il matterello e preparare dei dischi di sfoglia di 20 cm circa; 
aggiungere il ripieno (per ogni disco di sfoglia ce ne vogliono circa 3 etti), 
ricoprire e chiudere con un altro disco. 
Cuocere nei testi caldi per 20 minuti, 10 minuti per lato.
Si mangia preferibilmente calda, condita con olio evo locale e Parmigiano.


Note:
La rotonda torta Scherpada è protagonista di una sagra che dal 1975 si svolge ogni anno
 a Ponzano  Superiore, piccolo paese collinare del comune di Santo Stefano Magra (SP); 
 nonostante la sagra sia l'ultima settimana di agosto, è un piatto tipicamente invernale. 
Come la maggioranza dei prodotti della Lunigiana, è di derivazione contadina, 
fatta con ingredienti molto semplici. Ha la forma di una torta o di un grosso raviolo. 
   Si favoleggia che fosse tra i sacrifici votivi a Giano Bifronte 
assieme ad un altro cibo degli antichi romani, «il Granfarro».  
Sin dal 1400 le cronache riportano di questo immancabile cibo sui deschi 
delle capanne e dei castelli del territorio.
Le Scherpade si possono anche cuocere in piccole teglie nei forni di casa. 
Sono deliziose così al naturale oppure si possono gustare con olio e formaggio.

Ponzano Superiore (SP)






All writing and images on this site ©2013 Le Cinque Erbe


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...