29 maggio 2014

La Torta Mazzini


Di questa torta Giuseppe Mazzini (detto Pippo) era talmente ghiotto che in una delle lettere che inviò alla madre Maria Drago (1834-46), da Grenchen in Svizzera, dove era esule e clandestino, riportò la ricetta perché la provasse.

TORTA MAZZINI
Ricetta vegetariana
Ingredienti per sei/otto persone

1 rotolo di pasta sfoglia pronta
Per la farcitura di mandorle:
85 gr di mandorle pelate
85 gr di zucchero
2 uova freschissime
1 limone non trattato
50 g di zucchero a velo
Burro per la tortiera o carta forno


Utensili di preparazione e presentazione
Una terrina
Il matterello
La spianatoia
La frusta
Un cucchiaio
Un coltello
Un mortaio o un frullatore/mixer
Una tortiera



Procedimento per la preparazione
Accendere il forno portandolo a 180°C; sminuzzare al coltello, poi pestare, o passare al mixer le mandorle (facoltativo se finemente o no, io preferisco sentirne la croccantezza); con la frusta sbattere bene i tuorli con lo zucchero, finché non saranno chiari e soffici, unire le mandorle tritate, la scorza grattugiata e il succo del limone; infine aggiungere mescolando delicatamente gli albumi già montati a neve ben ferma. 

Riempire con questo composto la pasta sfoglia stesa sulla tortiera imburrata, o foderata con la carta forno, spolverare di zucchero e cuocere per 30'. Una volta tiepido, trasferire il dolce su un piatto, cospargere di zucchero a velo e servire.




Ecco la ricetta originale (dal web):
“Prima di dimenticarmi, voglio mantenere la mia promessa. Eccovi la ricetta che vorrei faceste e provaste, perché a me piace assai, traduco alla meglio, perché di cose di cucina non m’intendo, ciò che mi dice una delle ragazze in cattivo francese: Pelate e pestate fine fine tre once di mandorle, tre once di zucchero fregato prima ad un limone, pestato finissimo. Prendete il succo di un limone, poi due gialli d’uovo, mescolate tutto questo e muovete, sbattete il tutto per alcuni minuti, poi sbattete i due bianchi di uovo quanto potete: “en neige”, dice essa, come la neve, cacciate anche questi nel gran miscuglio, tornate a muovere. Ungete una “tourtiere”, cioè un testo da torte, con butirro fresco, coprite il fondo della tourtiere con pasta sfogliata, ponete il miscuglio nel testo, su questo strato di pasta sfogliata, spargete sopra dello zucchero fino e fate cuocere il tutto al forno
Giuseppe Mazzini
foto di Domenico Lama da Wikipedia 





All writing and images on this site © Le Cinque Erbe
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...