11 dicembre 2017

Insalata russa alla ligure


Nel Settecento era diffusa in Italia come "insalata alla genovese", in quanto considerata uno dei principali piatti presenti nei pranzi di gala dell'aristocrazia ligure. Tra le varie ipotesi sull'origine dell'insalata russa, ce n’è una che riporta l'esistenza in Piemonte nell'800 di una insalata rusa (cioè rossa) che prevedeva l'uso di barbabietole, come piace a me. È uso mangiarla tra Natale e Capodanno, è un piatto freddo semplice, composto principalmente da verdure lesse tagliate a cubetti e condite con salsa maionese, che viene consumato indistintamente come antipasto o contorno in tutto il mondo. Per la buona riuscita del piatto, consiglio che gli ingredienti siano freschissimi, meglio se biologici, le verdure devono essere cotte al dente e tagliate tutte a cubetti, possibilmente della stessa dimensione, circa 0,5 cm.   

LA MIA INSALATA RUSSA

07 dicembre 2017

Il panettone con lo sciroppo di rose della Liguria



Nel panettone “Eccellente e Solidale” 2017, l’azienda veneta Fraccaro, che propone dolci con materie prime di qualità e devolve parte dell’incasso alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, ha scelto di utilizzare tre Presìdi Slow Food tra cui lo sciroppo di rose ligure; gli altri due sono il sale marino artigianale di Cervia della "Riserva Camillone" (Emilia Romagna) e la vaniglia della Chinantla (Messico). L’impasto è arricchito anche da  deliziosi cubetti di pere semi candite.

Nasce un nuovo panettone con lo sciroppo di rose della Liguria, Presidio Slow Food.

17 novembre 2017

Chips di cavolo nero


Uno spuntino sano, gustoso, semplice e con poche calorie. Si prepara velocemente ed è un'ottima alternativa alle patatine fritte. Servono solo tre ingredienti e il forno caldo. Con lo stesso procedimento si possono preparare anche le carote, la barbabietola, il topinambur, la zucca mantovana, affettati sottilmente con la mandolina. 

FOGLIE CROCCANTI DI CAVOLO NERO AL FORNO 

17 ottobre 2017

Farro tiepido al pesto, fagiolini, pinoli e Parmigiano


Utilizzo spesso i cereali nelle ricette di tutti i giorni, tra questi non manca mai il farro: nelle zuppe, per la torta salata , che è sempre un successo, nelle insalate fresche estive. Questa è una preparazione tiepida, un primo piatto leggero e gustoso che può diventare anche un piatto unico, grazie alla presenza del Parmigiano Reggiano in petali.  

FARRO TIEPIDO AL PESTO CON FAGIOLINI, PINOLI TOSTATI E PETALI DI PARMIGIANO

09 ottobre 2017

Gnocchi senza patate, la ricetta della nonna



Tempo fa Grazia, una mia amica di Castelnuovo Magra, mi invita a cena per farmi assaggiare i suoi gnocchi al pesto. Le dico che le trenette vanno benissimo, ma lei insiste assicurandomi che non ci vuole molto, mi spiega che le patate non servono e gli gnocchi con questo procedimento sono ugualmente soffici e delicati. Vi assicuro che se non me lo avesse detto non avrei percepito la differenza. “La nonna li preparava spesso a Paolo e Margherita - i suoi figli - se vuoi ti do la ricetta!”
Ho subito provato a farli e il risultato è stato un successo. Adesso tocca a voi ;)  

GLI GNOCCHI SENZA PATATE DELLA NONNA

10 settembre 2017

Muscoli "ripieni" alla spezzina dello chef Parravicini


La creatività dello chef Francesco Parravicini, cresciuto alla scuola dei Mei, Penati e Sadler, coccola l'ospite del Palmaria Restaurant con una nuova cucina interpretativa del patrimonio gastronomico nazionale a base di prodotti locali liguri, mixati alle classiche specialità italiane. Il risultato sono piatti unici nel gusto, negli accostamenti e nell'esaltazione dei sapori, difficili da dimenticare.

I MUSCOLI ALLA SPEZZINA, 
LA RIVISITAZIONE DELLO CHEF FRANCESCO PARRAVICINI 

25 luglio 2017

Lettera allo chef Marcello Zaccaria


Lettera aperta su ‘Le Cinque Erbe’ allo Chef  Marcello Zaccaria
di Gabriella Molli

Di lui ho un ricordo feroce. Alla Rotonda, in una Mytiliade di fuoco (l’estate era scoppiata all'improvviso ed era settembre). Lui sotto a una meravigliosa calotta trasparente di plastica, più di trenta gradi, incontro delle 12 e 30, calore + calore per la cottura. Lo chef Marcello Zaccaria agiva con un aplomb che nemmeno un inglese avrebbe mantenuto, puntuale nei movimenti, raccontando la ricetta step su step, come se ci fosse un felice venticello settembrino.

10 luglio 2017

Il pesto genovese dello chef Marcello Zaccaria


Conosco Marcello Zaccaria, Chef di Academia Barilla, grazie alla sua partecipazione ai cooking show di Mytiliade dove crea e presenta sempre piatti sani e gustosi. Le sue ricette sono delicate semplici ma ugualmente sorprendenti come quella già pubblicata qui: Mezze Maniche saltate con Muscoli e Funghi Porcini su passatina di Melanzane al timo. Siamo amici su Facebook e seguo con interesse il suo percorso professionale. Attirata dalle foto al basilico, ho notato il post dove riporta la sua ricetta per preparare una bella scorta per l'inverno di pesto genovese e gli ho subito chiesto di poterla pubblicare. Eccola! 


PESTO ALLA GENOVESE DELLO CHEF MARCELLO ZACCARIA

30 giugno 2017

Muscoli del Golfo della Spezia.


Muscoli del Golfo della Spezia. Sapore di mare, sapore di cielo.
Gabriella Molli, Liguria Salute in Cucina - Sagep Editori 2015
  
...mimando un canzone di Gino Paoli. Con il termine muscoli vengono definiti i mitili da Livorno a Nizza, mentre nell'Italia del Sud sono chiamati cozze. Peoci a Venezia. Questi molluschi bivalvi che furono assai apprezzati fin dall'antichità per la combinazione di sapidità e dolcezza, sono in produzione intensiva nel Golfo della Spezia dal 1887.

18 giugno 2017

Millefoglie di melanzane con basilico, pomodori e pecorino


Uno dei miei ortaggi preferiti in estate sono le melanzane di qualunque forma, varietà e colore. Le utilizzo spesso per preparare il condimento di primi piatti, contorni o i piatti unici, come nel ripieno della torta di verdura, che mi ha insegnato mia sorella, o per le famose melanzane alla parmigiana. Per evitare di friggere ed accendere il forno, quando fa molto caldo, le preparo così, semplificando al massimo la cottura degli ingredienti. Il risultato è delizioso e si può fare tranquillamente il bis.

LE MILLEFOGLIE DI MELANZANE GRIGLIATE CON BASILICO, POMODORI E PECORINO

02 giugno 2017

Fiori di zucca


Fiori di zucca
di Gabriella Molli

Pochi si fermano ad osservare cosa accade quando li friggiamo. Questo concetto sfugge a chi non si addentra nella storia di un prodotto e sul perché sia stato cotto in quel modo. Nel caso specifico della ricetta di Daniela, abbinato alla farinata. E’ noto che gli accostamenti sono stati nel passato spesso frutto solo di scoperte casuali della donna. Provo così……vediamo……mmm, che buono. Molti piatti nascono così sul principio del piacere.

24 maggio 2017

Farinata con fiori di zucca e basilico



Qualche giorno fa mi hanno regalato una vera primizia, tanti piccole zucchine novelle appena raccolte, tutte fiorite; mi dispiaceva non utilizzare quei fiori freschi e delicati, quindi ho provato ad unirli alla regina delle erbe liguri in una avvolgente pastella di farina di ceci. Ecco la ricetta per preparare a casa una farinata saporita, arricchita con i primi fiori di zucca e il basilico fresco.
E' una preparazione senza ingredienti di origine animale e senza glutine.

LA FARINATA CON I FIORI DI ZUCCA E LE FOGLIE DI BASILICO

21 maggio 2017

La "Milano Sanremo del Gusto" parte da Slow Fish a Genova

Carlo Vischi, Daniela Vettori, Gianni Berrino, Giovanni Toti, Carlo Fidanza, Giorgio Kindinis
Foto di Alessandra Mannelli

Il primo assaggio della "Milano Sanremo del Gusto" (la celeberrima corsa ciclistica in chiave gourmet) a Slow Fish 2017 è stato un successo.  La Regione Liguria ha curato l’anteprima
all'interno della manifestazione di Slow Food al Porto Antico di Genova dove si svolgeva anche l’inaugurazione dello stand #lamialiguria.

Anteprima della "Milano Sanremo del Gusto" con lo street food degli chef 

28 aprile 2017

Buon Appetito con la focaccia

Foto di Oliviero Toscani con gli alunni dell'Istituto Alberghiero Casini della Spezia
[Louzi Ilham, Antonio Ferrone, Pamela Beato]e la focaccia

[A Fugassa] La tipica colazione della Liguria. Viene preparata con farina, acqua, olio extravergine d'oliva, sale e lievito, cotta al forno nella classica lama rettangolare dai bordi bassi e poi venduta tagliata a rettangoli, ma si trova anche in piccoli formati, rotonda o triangolare. Dev'essere morbida e dorata, con i bordi croccanti, alta non più di un dito, con i tipici buchetti, gli “ombelichi”, pieni di olio e sale. Si può acquistare e assaporare ovunque, semplice o farcita a piacere.

LA FOCACCIA

21 aprile 2017

Buon Appetito con i Muscoli alla marinara

Foto di Oliviero Toscani con Lorenzo D'Anteo

E’ la ricetta più veloce e semplice per portare in tavola un bel piatto di mitili spezzini: dopo averli puliti, si mettono in una tegame con uno spicchio d'aglio, un po’ di olio extravergine di oliva, mezzo bicchiere di vino bianco e si cuociono coperti a fuoco vivo per qualche minuto, finché non si saranno tutti aperti. Vengono serviti con una spolverata di prezzemolo tritato e qualche spicchio di limone di Monterosso.

MUSCOLI ALLA MARINARA

14 aprile 2017

Buon Appetito con le Ostriche della Spezia

Foto con Oliviero Toscani, Monica Fiorini e Eugenio Borio

Il frutto di mare spezzino è un prodotto di alto livello dall'inconfondibile sapore mediterraneo, molto iodato, un po’ più sapido rispetto alle ostriche francesi. Le particolari condizioni climatiche e ambientali ci regalano delle ostriche profumate e con una delicata colorazione verde che deriva proprio dal posto in cui crescono, dalla composizione del fitoplancton, dalla salinità dell'acqua, sicurezza del fatto che questi molluschi vivono sospesi a quasi 10 metri di profondità, legati a quelle che sono chiamate le "vigne del mare".

LE OSTRICHE DELLA SPEZIA

10 aprile 2017

Burro e zucchero: storie di donne in cucina


Il burro, lo zucchero: storie di donne in cucina
di Gabriella Molli

Leggendo la ricetta delle colombine pasquali di Daniela, mi sono tornati alla mente i riti dolci di mia madre per la Pasqua. I suoi canestrelli che dolcezza. Lo stesso gusto ho ritrovato (da grande) nei canestrelli di Brugnato, che sono citati sull'atlante regionale dei prodotti tipici della Liguria.

07 aprile 2017

Colombine di Pasqua con olio extravergine di oliva


La ricetta facilissima e veloce delle delicatissime Colombine che potrete gustare o regalare a Pasqua.
Per la preparazione di questi dolci serve un vasetto di vetro o di plastica da 125 g (tipo quello dello yogurt) e due stampi da forno per colomba da 500 g l'uno. Terminata la cottura, fatele raffreddare e confezionatele con cellophane per alimenti e un bel nastro di raso colorato. 
Buona Pasqua! 

LE COLOMBINE DI PASQUA

15 marzo 2017

Un dolce cult con lo Sciacchetrà per le Cinque Terre. Ma non solo


Un dolce cult con lo sciacchetrà per le Cinque Terre. Ma non solo
di Gabriella Molli

Sulla Passeggiata Morin, nell’ambito della mostra di foto di Oliviero Toscani, c’è una gigantografia con una ricetta di Daniela che ha suscitato molto interesse: dolce allo Sciacchetrà.

Buon Appetito con il dolce allo Sciacchetrà

Foto di Oliviero Toscani con Walter De Battè
e una preziosa bottiglia di Sciacchetrà della sua cantina


Dalle vigne eroiche delle Cinque Terre, nasce un vino raro, dorato, dolce, famoso in tutto il mondo, lo Sciacchetrà. E’ ottenuto facendo appassire i grappoli delle migliori uve su appositi graticci all'ombra, in ambiente ventilato; successivamente vengono pigiati a mano, separando dalle bucce il dolcissimo nettare che viene imbottigliato e fatto invecchiare. Adatto ad essere abbinato ai formaggi o a vari tipi di dessert, il miglior modo per apprezzarlo è degustarlo da solo.

IL DOLCE ALLO SCIACCHETRA'
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...