11 ottobre 2018

Torta ligure di zucchine


Il clima è ancora mite qui in Liguria e le piante di zucchini continuano a regalarci i loro delicati ortaggi. Sono molto versatili, per questo utilizzati in diverse gustosissime preparazioni. Non potevano mancare come ripieno nella torta di verdura. Il procedimento è semplice e bastano pochi ingredienti racchiusi da una sfoglia sottile di pasta matta. Un po' di olio extravergine ligure per dare la giusta croccantezza prima di infornare e la magia è fatta.

TORTA LIGURE DI ZUCCHINE 

23 luglio 2018

Ravioli di basilico della Richetta


Avevamo ancora il negozio quando ci venne in mente di fare i ravioli di basilico. Parliamoci chiaro, qui nessuno vuole vantare primogeniture né invenzioni di chissà quale ricetta. Mi limito solo a raccontare come ci venne in mente di fare questi ravioli e perché per qualche anno li proponemmo anche al pubblico.

RAVIOLI DI BASILICO DELLA RICHETTA
di Sergio Rossi il Cucinosofo 

28 marzo 2018

Pasqualina di bietole e Prescinseua di Enrichetta Trucco


Nel libro" Le 24 bellezze della torta pasqualina -  quattro ricette fondamentali per un  capolavoro", [di Sergio Rossi – Sagep Editori], Enrichetta Trucco ci rivela ingredienti e segreti per preparare al meglio uno dei manifesti della cucina ligure. Mamma del Cucinosofo Sergio Rossi, abilissima cuoca e sorella di Alfonsina, la vincitrice del Campionato Mondiale di Pesto al Mortaio 2014, ribadisce che per la riuscita della torta salata pasquale, oltre alla buona materia prima, è fondamentale che le sfoglie siano morbide e sottili, le uova non sono obbligatorie (ma ovviamente a Pasqua sono consigliate) e si deve evitare assolutamente di soffiare tra una sfoglia e l'altra con la cannuccia! In questo video potete seguire il procedimento con Enrichetta, in quest'altro su Vimeo è raccontato da Sergio Rossi con la bella musica in sottofondo di Michael Campagna e i panorami fra Montoggio e la Val Brevenna.

PASQUALINA DI BIETOLE E PRESCINSEUA
la ricetta di Enrichetta Trucco

14 marzo 2018

Lasagne al pesto genovese



Strati di sfoglie di pasta fresca fatta a mano, si alternano al pesto genovese e salsa besciamella con olio extravergine di oliva. Le lasagne al pesto fatte in casa sono l’ottima alternativa ligure e vegetariana alle classiche lasagne al forno che in diverse zone d’Italia rappresentano il tipico piatto del pranzo domenicale. Leggere e squisite, rigorosamente bianche, si possono gustare tutti i giorni. La ricetta è facile, richiede solo un po’ di tempo, ma sarete ripagati dal delizioso risultato finale!

LE LASAGNE AL PESTO GENOVESE

04 marzo 2018

La Settimana del Pesto a marzo in Liguria




“Settimana del Pesto” a marzo in Liguria per promuovere la candidatura del pesto genovese al mortaio come patrimonio UNESCO. Dal 12 al 18 marzo Genova e tutta la Liguria si coloreranno di verde-basilico, per la promozione della candidatura del Pesto Genovese al mortaio a patrimonio UNESCO: menù a tema, “pestate” collettive, flash mob gastronomici. Tutto culminerà con il Campionato Mondiale del Pesto al Mortaio a Palazzo Ducale sabato 17, in diretta streaming su Facebook. 

28 febbraio 2018

Polpettone ligure di carciofi


Il polpettone è un classico della cucina ligure e con i carciofi spinosi si trasforma in un piatto veramente irresistibile! I carciofi devono diventare morbidi per amalgamarsi con gli altri ingredienti. Se non trovate la Prescinseua la potete sostituire con della ricotta di capra. Assieme alla zucchina trombetta, al pomodoro cuore di bue e all'asparago violetto, il carciofo spinoso è uno dei 4 di Albenga, le produzioni tipiche della piana del Ponente.

IL POLPETTONE DI CARCIOFI 

30 dicembre 2017

Lenticchie in umido


Le lenticchie in umido o stufate fanno parte di un piatto tipico del cenone di San Silvestro, perché ritenute simbolo di abbondanza e portatrici di denaro. Mangiare una porzione di questi deliziosi legumi ricchi di ferro e proteine, come accompagnamento del cotechino prima della mezzanotte, è di buon augurio per l’anno nuovo. E’ una pietanza semplice da gustare in compagnia e la mia mamma le ha sempre preparate l’ultimo giorno di dicembre, per portarle a tavola la notte della vigilia di Capodanno come vuole la tradizione.

LE LENTICCHIE IN UMIDO, LA RICETTA DELLA MAMMA

20 dicembre 2017

Pan speziato di Natale


E’ una ricetta che ho perfezionato molti anni fa e quando si avvicina il Natale inizio a preparare la miscela “magica” che è fondamentale. Se amate la frutta secca, le spezie, i canditi, dovete assolutamente fare questo dolce. Ricorda il Panpepato di Siena, che amava tanto il mio nonno. E’ molto facile, ma non bisogna aver fretta, giusto tre giorni… Prima riunite gli ingredienti e li fate riposare, poi passate alla cottura e il giorno dopo lo potrete gustare. 
Vi consiglio di utilizzare ingredienti biologici.

PAN SPEZIATO DI NATALE, LA MIA RICETTA

11 dicembre 2017

Insalata russa... alla ligure


Nel Settecento era diffusa in Italia come "insalata alla genovese", in quanto considerata uno dei principali piatti presenti nei pranzi di gala dell'aristocrazia ligure. Tra le varie ipotesi sull'origine del nome dell'insalata russa, ce n’è una che riporta l'esistenza in Piemonte nell'800 di una insalata rusa (cioè rossa) che prevedeva l'uso di barbabietole, come piace a me. È uso mangiarla tra Natale e Capodanno, è un piatto freddo semplice, composto principalmente da verdure lesse tagliate a cubetti e condite con salsa maionese, che viene consumato indistintamente come antipasto o contorno in tutto il mondo. Per la buona riuscita del piatto, consiglio che gli ingredienti siano freschissimi, meglio se biologici, le verdure devono essere cotte al dente e tagliate tutte a cubetti, possibilmente della stessa dimensione, circa 0,5 cm. In alcune versioni viene anche aggiunto il pesce.

LA MIA INSALATA RUSSA

07 dicembre 2017

Il panettone con lo sciroppo di rose della Liguria



Nel panettone “Eccellente e Solidale” 2017, l’azienda veneta Fraccaro, che propone dolci con materie prime di qualità e devolve parte dell’incasso alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, ha scelto di utilizzare tre Presìdi Slow Food tra cui lo sciroppo di rose ligure; gli altri due sono il sale marino artigianale di Cervia della "Riserva Camillone" (Emilia Romagna) e la vaniglia della Chinantla (Messico). L’impasto è arricchito anche da  deliziosi cubetti di pere semi candite.

Nasce un nuovo panettone con lo sciroppo di rose della Liguria, Presidio Slow Food.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...