23 novembre 2015

Il Castagnaccio


Per le castagne ho una particolare attrazione. Trovo che sia un frutto bellissimo, nascosto in quella sfera spinosa, così versatile e prezioso. Mi piacciono in tutti i modi, sia nelle preparazioni dolci che salate, semplicemente lessate con una foglia di alloro e qualche semino di finocchio, che arrostite o al forno. Nei ricordi d'infanzia di mio padre c'è la polentina di farina di castagne che veniva data ai bimbi dicendo che era come la cioccolata, a quei tempi introvabile.  Appena arriva la farina nuova di castagne, mi piace utilizzarla per diverse ricette, ormai collaudate e gradite da tutti. 
Non manca mai il castagnaccio, a volte accompagnato da un po' di ricotta freschissima.

IL CASTAGNACCIO

Ricetta vegetariana senza glutine
Ingredienti per sei persone:

400 g di farina di castagne
650 g di latte intero
100 g di zucchero di canna
La buccia di un’arancia non trattata grattugiata
50 g di uvetta
50 g di pinoli
1 cucchiaio di semini di finocchio
Mezzo dl di olio extravergine di oliva
Sale fino marino



Procedimento per la preparazione
In una tazza con acqua tiepida ammorbidire l’uvetta. 
Mettere la farina di castagne in una terrina, aggiungere lentamente il latte, mescolando con cura e facendo attenzione che non si formino grumi. Unire lo zucchero, l’olio, la buccia d’arancia e un pizzico di sale e amalgamare bene, continuando a mescolare. Far riposare trenta minuti circa.
Versare la pastella in una teglia già oliata o rivestita con carta forno. Distribuire sulla superficie l’uvetta sgocciolata, i pinoli e i semini di finocchio.

Cuocere in forno a 150° per circa un’ora. Il castagnaccio è pronto quando si stacca dalle pareti della teglia e la parte superiore assume un bel colore dorato, con le caratteristiche crepe.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...